12/10/2021

Etichettatura ambientale degli imballaggi: adeguarsi alla normativa.

Obbligo di etichettatura ambientale per tutti gli imballaggi dal 1° luglio 2022.

Edit: con il Decreto legge 30/12/2021 n. 228, coordinato con la legge di conversione 25 febbraio 2022, l'obbligo di etichettatura ambientale degl imballaggi viene prorogato al 1 gennaio 2023

Una parte importante del raggiungimento della sostenibilità è valutare accuratamente l'impatto dei prodotti e agire per ridurlo. Sempre di più gli individui ritengono che la responsabilità delle aziende sia quella di condividere queste informazioni con i consumatori in modo che possano fare scelte informate e sostenibili. Qual è il miglior mezzo di comunicazione se non l'etichetta? 

Le persone sono disposte a fare la loro parte per l'ambiente ma, per raggiungere questo obiettivo, la trasparenza è fondamentale. A tal scopo è necessario sviluppare un sistema di etichettatura in grado di trasmettere l'influenza del prodotto e informare i consumatori sull'impatto ambientale e sociale di ciò che produce l'azienda.

L'etichetta si sta dimostrando sempre più come un veicolo di informazioni, ma anche di relazione diretta con il cliente, in grado di comunicare ed instaurare fiducia rispetto al brand e ai valori dell'azienda. I consumatori si vogliono identificare, specialmente in questo periodo storico, con i principi e la mission dell'azienda che produce i prodotti oggetto del loro desiderio.

Premesso ciò, serve andare nel dettaglio e riferirsi all'attuale legislazione, affinché tutto venga svolto nel rispetto delle norme, delle persone e dell'ambiente. 
Riprendendo in breve il panorama normativo in questione, ricordiamo che il decreto legislativo 3 settembre 2020, n. 116, pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'11 settembre 2020, ha apportato modifiche al decreto legislativo 3 aprile 2006 n.152, prevedendo l'obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi dal 26 settembre 2020. 

Successivamente c'è stato il decreto “Milleproroghe 2021”, per arrivare alla pubblicazione del 21 maggio 2021 in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione n. 69, del decreto-legge 22 marzo 2021 n. 41 (Gazzetta Ufficiale), cosiddetto DL Sostegni. Tra le modificazioni apportate nell'iter di conversione del decreto, è compresa anche la sospensione dell'obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi fino al 31 dicembre 2021 e, all'articolo 39 del decreto è aggiunto il comma 1-ter, il quale prevede che “Fino al 31 dicembre 2021 è sospesa l'applicazione dell'articolo 219, comma 5, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. I prodotti privi dei requisiti ivi prescritti e già immessi in commercio o etichettati al 1° gennaio 2022 possono essere commercializzati fino ad esaurimento delle scorte”.

In altre parole, per tutti gli imballaggi la sospensione dell'obbligo di etichettatura (l'obbligo di identificare i materiali di imballaggio secondo la decisione 129/97/CE e, di indicare la corretta gestione a fine vita degli imballaggi destinati al consumatore finale) è prorogata fino al 31 dicembre 2021. Inoltre, le aziende potranno commercializzare i prodotti privi dei requisiti di etichettatura ambientale che sono già immessi in commercio o che sono già provvisti di etichettatura alla data del 1° gennaio 2022, fino ad esaurimento delle scorte.

Noi di dueO da tempo promuoviamo con i nostri clienti le indicazioni per una buona e corretta etichettatura ambientale considerando improduttivo e dannoso per l'azienda attendere un tempo successivo per farlo.
Di seguito inseriamo una linea guida riguardante l'etichettatura ambientale e facciamo presente che il riferimento alle norme tecniche UNI è indicativo e non esaustivo.
 

Quali criteri si devono adottare per definire i contenuti dell'etichetta ambientale?
Innanzitutto, è necessario sapere che l'etichettatura ambientale va prevista per tutte le componenti separabili manualmente del sistema di imballo.

Può essere riportata alternativamente su:
•    le singole componenti separabili
•    il corpo principale dell'imballaggio
•    la componente che riporta già l'etichetta e rende più facilmente leggibile l'informazione da parte del consumatore finale

Quando questo non è possibile, si può ricorrere a soluzioni digitali, come QR Code e apposite App.

adeguarsi-etichettatura-ambientale

Le informazioni minime che devono essere obbligatoriamente riportate in etichetta riguardano:
1) la tipologia di imballaggio (descrizione scritta per esteso o rappresentazione grafica);
2) l'identificazione del materiale (codifica alfanumerica ai sensi della Decisione 97/129/CE), integrata eventualmente con l'icona prevista ai sensi della UNI EN ISO 1043-1:2002 (imballaggi in plastica), oppure ai sensi della CEN/CR 14311:2002 (imballaggi in acciaio, alluminio e plastica);
3a) la famiglia del materiale di riferimento e l'indicazione sul tipo di raccolta (se differenziata o indifferenziata)
Oppure
3b) indicazione sul tipo di raccolta (se differenziata o indifferenziata) e, nel caso si tratti di raccolta differenziata, indicazione del materiale di riferimento.

Ci sono poi altre informazioni, utili a posizionarsi, differenziarsi come brand e volte ad instaurare un rapporto con i consumatori, che possono essere volontariamente apposte in etichetta ambientale e riguardano:
•    le indicazioni al consumatore per supportarlo in una raccolta differenziata di qualità;
•    le informazioni aggiuntive sulle caratteristiche ambientali dell'imballaggio:
•    asserzione di riciclabilità, in caso l'imballaggio sia conforme alla norma tecnica UNI EN 13430:2005 e/o relativi marchi (ove previsti, come per la filiera degli imballaggi in carta)
•    asserzione di contenuto di riciclato e/o relativi marchi di certificazione del contenuto di riciclato
•    asserzione di compostabilità, qualora l'imballaggio sia conforme alla norma tecnica UNI EN ISO 13432:2002 e/o relativi marchi di certificazione
•    adesione a CONAI o ai consorzi di filiera oppure ad altri sistemi EPR.

Con il nostro servizio di consulenza sull'etichettatura ambientale degli imballaggi, e grazie ai nostri esperti certificati in etichettatura ambientale, ti affianchiamo nell'individuazione della miglior etichetta a norma, informativa e trasparente per il tuo packaging!
 

News cta