Friendly Eco-packaging: l'imballaggio come migliore alleato!

Friendly Eco-packaging: l'imballaggio come migliore alleato!
novembre, 2019 Sostenibilità dueO

FRIENDLY ECO PACKAGING: L’IMBALLAGGIO COME MIGLIORE ALLEATO!

Leggi/norme per la tutela del nostro ecosistema da un lato… e dall’altro?

Ci si trova in un mercato di consumatori attenti, dove sempre di più le persone cercano imballaggi di qualità e rispettosi dell’ambiente che siano progettati secondo un principio di sostenibilità e riciclabilità.

Consumatori e leggi vanno verso la stessa direzione della sostenibilità perciò bisogna lavorare a tale scopo circondandosi di alleati: la sostenibilità del packaging è una tendenza virtuosa che si va sempre più ricercando nel settore beauty e dei beni di consumo dove è diventata un fattore attraverso il quale valorizzare un’azienda. Inoltre il packaging sostenibile possiamo vederlo come un alleato prezioso anche contro lo spreco!

Un ulteriore punto da considerare è la cosiddetta responsabilità estesa del produttore: chi produce e/o introduce un prodotto sul merca­to deve farsi carico anche economicamente di quel che succederà quando quel prodotto avrà finito la sua vita.

Per questo si può ricorrere a varie strategie:

  1. ridurre l’impiego di materia prima;
  2. utilizzare soluzioni monomateriali o materiali riciclati;
  3. l’utilizzo di materiali rinnovabili di origine vegetale o materiali biodegradabili;
  4. servirsi di packaging riutilizzabile e ricaricabile;
  5. ottimizzare i processi produttivi abbattendo consumi energetici, emissioni e scarti inquinanti.

Dunque questo nostro alleato packaging cos’è? Come Dovrebbe essere?

E’ chiamato comunemente imballaggio, involucro o confezione. Soddisfa diverse funzioni:

  • contenimento che impedisce al prodotto di essere disperso e perduto;
  • protezione che salvaguarda l’integrità del prodotto;
  • conservazione, per rendere un prodotto più duraturo e permettere che mantenga inalterate nel tempo le sue caratteristiche;
  • presentazione/etichettatura atta a rappresentare il contenuto del prodotto.

Il packaging è ovunque, un mezzo più potente di quanto spesso si consideri: può attrarre i consumatori all’acquisto e lusingarli. Contemporaneamente è strumento necessario.

In virtù delle funzioni e della centralità del packaging, creare e utilizzare un imballaggio eco-friendly (sostenibile per l’ambiente) risulta di fondamentale importanza. L’Unione Europea ha indicato delle linee per la regolamentazione e la progettazione, la produzione e l’utilizzo (clicca qui per dettagli).

A livello europeo si pensa che il packaging sostenibile, utilizzato e divulgato in modo consapevole, debba presentare caratteristiche di:

  • responsabilità adottata dai designer che progettano, tenendo conto dell’impatto sociale;
  • sostenibilità per cui il packaging dovrebbe ottenersi con il minor consumo di risorse ed energia secondo principi di riciclabilità;
  • informatività (come prescritto dal­le normative) riportando tut­te le informazioni utili alla cono­scenza del contenuto e del suo imballaggio, all’utilizzo e allo smaltimento. La sicurezza si traduce nel fornire tutte le informazioni relative alla propria tracciabilità e garantire igieni­cità e protezione durante tutto l’arco di vita del prodotto;
  • educazione, inducendo con i propri messaggi a compor­tamenti virtuosi, indicando come agire per smaltire, riciclare o riusare l’imballaggio o come ridurre gli scarti. Per quanto concerne l’etichetta, dando le giuste informazioni, evitando un ec­cesso che distrarrebbe l’acquirente;
  • intuitività per garantire l’accessibilità al prodotto anche ai soggetti con disabilità sensoriali, con caratteristiche facili che favoriscano l’uso e il consumo del prodotto;
  • comunicazione sincera, comprensibile e senza in­ganni: la conseguenza sarà la costruzione di un rapporto duraturo con i clienti;
  • impegno costante sul fronte della ricerca e dell’in­novazione in modo da ripensare alla progettazione e realizzazione anche per gli uti­lizzatori di domani.